Taglio e intaglio

§

Predatore schivo, lascivo
pericoloso preda il tutto e viceversa
in te adolescente vedo il futuro predatore
perché non hai mai avuto violenza da amare
vicino al tuo cuore putrefatto
non sei mai stato il Sole
tu che bruci o’ predatore
è un gioco ma dormi poco
a guardare l’adulto che sa predare
ingiurie di guerra
appartenenza zero
legge nei rifugi
cosa è tutto questo, non riconosco il Bambi predato

torni a giocare quando sei solo, convivenza, mostro

che non parli, che sei tu

che sei altri,

ti sei mai chiesto, Bambi, se il cibo che mangi è predato o no?

Amico dalle rime nere e oro

ho preso pugni
le risa erano predate dal tempo

i più forti mi rubavano i soldi
il tempo era anche lì

mentre il coltello intagliava
una dolce follìa per alcuni

una cantilena per gli atri
uno strano ronzìo o una goccia che cade per sempre
e io sognavo il Sole, e io sognavo di essere un predatore

e io chiesi a Bambi che è il Sole
dov’è il coltello

c’è bisogno di chiederlo? Rispose.
Poi mi venne in mente la parola “speranza”
ma solo per un attimo, il tempo di una crocifissione.

Comments are closed.