Storia di una strada

§

Quella storia di una strada
quanto mi ha consumato!
E quanto ho perso lungo il tragitto!

Forse erano solo pensieri, o tristezze;
forse erano cose mie,

o forse erano segreti che
non mi appartenevano.

Quante figure losche
e quanta morte, troppa!

Avrei voluto essere diverso,
ma quando la strada ti prende o chiama
non puoi scappare.

E scappare dove?

Piangi bambina…
Il cavaliere dall’armatura di carta
ancora non è arrivato
e di questi tempi che piove metallo,
non arriva nessuno.

Ma il vento sa soffiare
sulle forme che non sono nient’altro che amore.
Sappi aspettare…

Comments are closed.