X9

§

Rubai il
dolore d’un
giorno
per scrivere il mio ritorno.
Mi era intorno,
non mi rassegnai,
sgattaiolai
in anfratti bui
dove non è concesso
entrare.
Fui logorato dal terrore.

Solitudine.

Forse era il mio odore.
I lunghi campi sono incolti.
Aspettano,loro.
I lunghi lampi sono forti
e brillano nel
cielo come la sacra
paura che detta
legge.
Ladro mi chiamarono.
Di parole
forse son ladro davvero,
ma a nessuno ho rubato
il suo cuore.

Comments are closed.