X7

§

Il cielo è azzurro,
il Sole è rosso,
e io con lo sguardo resto lì e mi fisso.
Le sagome nere sono ovunque in omaggio
e le sento urlare “dillo se hai coraggio!”
Occhi, borse,
semafori e fosse,
calze a rete,
occhi di prete,
parole segrete
e odi senza mete.
A strillare sono i freni,
i pneumatici e i motori,
la gente in silenzio
e in un abisso di rumori.
Il cemento è un gigante
che mi urla violento di non guardare
ma io, occhi bassi, continuo a vedere
siringhe di vita e siringhe di morte,
fermacravatta e veleno nelle torte.
Il cielo è azzurro, il Sole è rotto,
ma non se ne accorge chi cammina ed è morto.

Comments are closed.