X17

§

Le risa intorno
mi sfuggono,
come templi dedicati al niente.
Sono qui ad ascoltare
l’umanità gemente.
Sono qui nelle viscere del mondo,
estraneo e straniero,
a guardare senza un odore
che mi faccia ricordare.
Ora sono qui,
chiesa sconsacrata,
a maledire le mie virtù
di vita sventurata.

Comments are closed.