X16

§

Sopra l’Universo
è il balcone
di casa mia,
è da qui che ricamo
versi sulle foglie
degli alberi,
per quei pochi
che fanno la guerra.
In una città che fa tremare l’aria
ho visto ciò che è scritto,
e ti ho tradito.
Perché a nulla vale
un  giardino segreto,
se non hai i soldi per vederlo.
Con le scarpe piene
di polvere
starò alto sul balcone
dell’Universo,
guarderò un mondo
in cambiamento,
che grigio rimane
sempre lo stesso.

Comments are closed.