Il domani

§

Ti lasci andare allo sconforto dopo una battaglia infinita
giaci esanime insieme ai tuoi sogni di amore e lealtà
cavalli predatori marciano sul tuo corpo…e dopo…

Le vecchie ferite si cicatrizzano come parole mai dette
o frasi che non sei mai riuscito a scrivere, sei in balia dello sconforto
gioco di morte o paura o desolazione…e dopo…

Solcano il cielo degli ucelli dal becco storto
si saziano delle tue carni, uccelli che volano liberi proprio come eri tu
un tempo,già, tanto tempo fa…

Dovresti ricominciare ma non sai se ce la farai
e le stagioni passano sul tuo corpo
e la vergona si sazia di te e della tua morte deridendo ogni significato…

Torni alla tua terra sapendo che non sei e non sarai
in fondo lo avevi già scelto,
in un tempo in cui ti chiedevi il perché delle cose…era il domani…

Frammenti di paura e odio devastano i tuoi sorrisi
i tuoi giochi, le tue scelte…a volte succede…
e non sai più rialzarti, proprio ora…

…il bambino sogna, è ancora vivo e non cede, non demorde,
al guaito di serpenti arrivati troppo in fretta
non succede ma succederà…che…

delle vecchie sorprese di giorni troppo neri da ricordare
in te si muove qualcosa, qualcosa che non lascia andare via i propri spettri
e il giorno è tuo, e la vita si rasserena…

quella battaglia è servita al cuore per diventare diverso
quegli uccelli scompaiono all’improvviso
tutto è tuo anche se non lo è…

La vecchia casa è in fiamme ma non conta
niente conta; i tuoi miseri occhi sono cambiati
le tue misere membra sono cambiate…un significato da scoprire ancora

non serve morire per essere uomo, questa è una mia idea,
non servono giochi da raccontare o da provare
la vita ti sceglie comunque per una prova…portandoti altrove…

la tristezza si distrugge al tuo solo pensiero di felicità
i frammenti servono a costruire una casa in cui ritornare
è dopo, che scegli il domani, guardando il cielo
sapendo che il niente insegna
sapendo che la morte è beffarda e può essere derisa…in ogni momento…

e questo è il domani.

Comments are closed.