Introduzione

Alla fine dei sogni è il titolo provvisorio di una serie di racconti che Graziano aveva cominciato a scrivere con l’intento di pubblicare un diario autobiografico, che aveva già sottoposto ad alcuni editori per una valutazione. Il diario, ispirato dall’opera omologa The basketball diaries, di Jim Carroll, comincia idealmente durante il viaggio verso Padova, momento […]

Leggi Introduzione

Padova

Sono a Padova oramai da quindici giorni. Mi ci sono trasferito con mia madre, raggiungendo mio padre che già lavorava qua. Ho fatto un viaggio così squallido che solo a pensarci mi si ghiacciano le palle… Siamo venuti con un furgone, e in pieno inverno ci siamo fatti circa 800 chilometri con il riscaldamento guasto. […]

Leggi Padova

La prima canna

La mia prima canna fu un’ esperienza che non potrò mai dimenticare. Eravamo io, il Biondo e il Moro: stavo solo nella piazzetta a cazzeggiare e li vidi arrivare; mi fecero un cenno; all’inizio credevo si trattasse di fare altro, ma una volta raggiunti capii subito di che cosa si trattava. Li seguii eccitatissimo; avevo […]

Leggi La prima canna

Ricordi di scuola

Ho vissuto le scuole superiori come l’ingresso in un mondo più grande di me. Dei miei ex compagni delle medie non avevo ritrovato nessuno, e per questo stetti male tutto il primo giorno di scuola, ma poi con il tempo mi passò… E passò pure il biennio, con dei compagni di scuola che per la […]

Leggi Ricordi di scuola

La villa comunale

La “villa” è sempre stato un posto riservato a fumatori, tossici e spacciatori. Era poco distante dal locale dove ci trovavamo. In qualunque città vai, i giardini sono luogo di smercio ideale. Andavamo a cercare qualcuno che avesse da venderci diecimila lire di fumo, giusto quello che ci permettevano le nostre possibilità; non avevamo soldi. […]

Leggi La villa comunale

Il Paese

Il paese dove stavo era decisamente un posto di merda. Una volta scrissi su un muro “QUESTO PAESE E’ IL VOMITO DI DIO”, ed il bello era che quel muro stava proprio in piazza, di fronte ad una scala di marmo da cui passavano tutte le persone ammodo che magari andavano ad un comizio che […]

Leggi Il Paese

Il primo bacio

Fortunatamente a volte in quel paese capitava anche qualcosa che non comportasse fumare o bere, qualcosa di bello: Le ragazze. La prima ragazza con cui sono stato fu un disastro completo, tipo piloti che si schiantano contro i grattaceli senza benzina di ritorno… Era Domenica mattina, e stavo camminando per le strade del paese col […]

Leggi Il primo bacio

Il mio migliore amico

Ritornai al bar più rincoglionito di prima su come fossero le donne. A casa ero stato tra i rimorsi un’intera nottata. Ero avvolto nella paranoia più nera, tra sogni di carne e profumi nauseanti; intorno a me tutto sembrava sgonfiato, come se avesse perso di volume. Stavo nella mia stanza e il televisore mi proiettava […]

Leggi Il mio migliore amico

Al Festivalbar!

Per sfuggire alla noia e, soprattutto non essere da meno degli altri, stavamo sempre allerta per feste ed eventi vari che si tenevano in giro, soprattutto se erano gratis. Un’ estate decidemmo di andare “nientedimeno” che alla finale del Festivalbar; era una grossa occasione perché quell’anno si teneva a Piazza Plebiscito, a Napoli, quindi a […]

Leggi Al Festivalbar!

Giochi pericolosi

Quando andavamo a scuola, percorrevamo un lungo viale che tagliava la città nel mezzo. Di solito ero sempre con Capello, ma a volte  a noi si univa Dab, un tipo che era molto appassionato di musica. La sua caratteristica principale era la lentezza: era lento, ma lento…faceva ogni cosa con una lentezza impressionante! Però sapeva […]

Leggi Giochi pericolosi

Precedenti